Ansieta e fitoterapia

Ansieta e fitoterapia

La fitoterapia risulta utile nell’ ansieta soprattutto nelle forme lievi ed occasionali con rimedi privi di effetti collaterali indesiderati. L’ ansieta è una emozione intensa appartenente al campo emozionale paura. L’ ansieta è deputata biologicamente alla tutela della sopravvivenza individuale e della specie. Il campo emozionale si attiva  esprimendo ansieta dopo percezione di un pericolo, reale o immaginato. L’ ansieta è un’emozione primaria, comune sia alla specie umana, sia a molte specie animali che per suo tramite dispongono di un rapido ed efficace sistema di comunicazione. L’ ansieta è denominata nel linguaggio comune in vario modo esprimendo in ogni variante  un’intensità diversa della stessa condizione. Le parole più diffuse in italiano per il campo in oggetto pur con le dovute sfumature semantiche sono: timore, angoscia, paura, terrore, ansieta e panico.

L’attivazione dell’ ansieta è istintuale dunque procede dalle parti più antiche del sistema nervoso umano e non risente se non come aggravante delle strutture nuove deputate al ragionamento logico.  Leggi tutto.

Combattere ansia con la fitoterapia

Combattere ansia con la fitoterapia

Per combattere ansia è utile considerare la fitoterapia per l’effetto rilassante senza indurre dipendenza e senza effetti collaterali indesiderati. L’ ansia è una sensazione di paura disconnessa a un evento concreto specifico, ma diffusa  su vari settori di vita risentiti come problematici. I segni somatici  dell’ansia sono un’iperattività del sistema neurovegetativo con un’alterazione di tutte le funzioni che ne dipendono.  I sintomi fisici dell’ ansia sono pertanto numerosissimi e cangianti. Si osservano però più frequentemente palpitazioni, precordialgia, sudorazione, disagio, affanno, astenia nausea e tremore. L’ ansia può esistere come disturbo esclusivo oppure può essere associata a malattia somatica. In  questo ultimo caso la malattia potrebbe essere alimentata anche dall’ ansia stessa.  Leggi tutto.

Trattamento dell’ ansia in fitoterapia

Trattamento dell’ ansia in fitoterapia

I rimedi di fitoterapia applicabili al trattamento dell’ ansia sono un valido ausilio terapeutico, soprattutto per i limitati effetti collaterali. L’ ansia è un campo emozionale caratterizzato da una sensazione di paura non connessa ad un evento concreto specifico. I segni somatici sono una iperattività del sistema nervoso autonomo con una alterazione dell’equilibrio tra simpatico e parasimpatico

L’ansia nel linguaggio comune inlcude una serie complessa di emozioni negative tra le quali: paura, apprensione e preoccupazione. L’ansia è spesso accompagnata da sensazioni fisiche come palpitazioni, precordialgia, affanno, nausea e tremore. Può esistere come disturbo esclusivo oppure può essere associata a problemi medici.  Leggi tutto.

Melissa in Fitoterapia

Melissa in fitoterapia

La Melissa è una pianta erbacea perenne nota anche come Cedronella o Erba Limoncina, (o lemon balm in inglese) appartenente alla famiglia delle Labiate (Lamiaceae), può raggiungere i 90 cm di altezza. La Melissa ha il fusto angolare a sezione quadrata, le foglie sono venate, rugose, opposte, picciolate, di colore verde chiaroda piacevole odore di limone. I fiori della Melissa sono raccolti in glomeruli o spighette posti alle sommità della pianta e sono di colore dal bianco al crema con screziature rosate. Il frutto è un achenio contenente un piccolo seme scuro. La Melissa è originaria delle regioni del Mediterraneo orientale e dell’Asia minore, dove cresce spontanea intorno ai boschi e lungo le siepi. Bisogna distinguere le varietà della Melissa: quella officinalis ha foglie pelose, un odore meno gradevole ed è quella che maggiormente si apprezza in fitoterapia.

In fitoterapia si impiegano le foglie e sommità fiorite, iscritta nella Farmacopea Ufficiale Italiana.  Leggi tutto.

Giuggiolo in Fitoterapia

Giuggiolo (Zizyphus jujuba)

Il Giuggiolo (Zizyphus jujuba) è una pianta appartenente alla famiglia delle Rhamnace, conosciuta in Italia con il nome di Giuggiolo. Il Giuggiolo è un arbusto o piccolo albero originario della Cina meridionale e dell’Asia centrale, oggi presente anche nel bacino del Mediterraneo. Il Giuggiolo predilige la penombra di boschi e siepi. Il Giuggiolo può raggiungere i 10 m di altezza, il suo fusto piuttosto contorto è provvisto di una coppia di piccole spine ad ogni nodo e di rami zigzaganti che danno origine al nome della pianta. Il legno di Giuggiolo è molto apprezzato per la sua durezza; il frutto è una drupa ovale di colore rosso bruno, marrone a maturità; commestibile e dal gradevole sapore acidulo più dolce quando molto maturo sono comunemente chiamate giuggiole; il Giuggiolo viene chiamato anche il dattero cinese e impiegato per marmellate e decotti nelle tradizioni culinarie. Il Giuggiolo ha piccole foglie alterne caduche, di forma ovata e sono verdi lucenti e coriacee.
  Leggi tutto.