Fitoterapia rimedi – Melissa officinalis

Fitoterapia Roma rimedi

Melissa officinalis

Melissa officinalis  è un  rimedio  di fitoterapia utilizzato proficuamente in medicina da solo o insieme ad altri presidi. La fitoterapia prevede l’utilizzo di piante o estratti di piante per la cura delle malattie e per il mantenimento del benessere. La fitoterapia è l’approccio più antico di pratica terapeutica umana dopo l’imposizione delle mani. L’applicazione di fitoterapia è presente in tutte le grandi civiltà del passato. La fitoterapia moderna  trae spunto dal suo passato, ma si avvale di tutti gli strumenti di validazione usati dalla medicina. Le piante sono fra le principali fornitrici di sostanze medicamentose, tali da ispirare non di rado la terapia farmacologica. La consultazione delle schede di fitoterapia online non sostituisce in nessun caso la visita e la prescrizione di un medico.

Tassonomia di melissa officinalis

melissa officinalis fa parte della famiglia delle Labiatae. Pianta erbacea perenne, fusto eretto e ramificato, foglie picciolate ovali crenate; i fiori sono bianco-rosati raccolti in verticilliLeggi tutto.

Depressione e Fitoterapia

Depressione e fitoterapia

Per la depressione i rimedi di fitoterapia applicabili al trattamento sono un valido ausilio terapeutico, soprattutto per i limitati effetti collaterali. La parola “depressione” indica sia una patologia delle emozioni appartenente alle nevrosi, sia una patologia della mente appartenente alle psicosi. La fitoterapia può essere un supporto per il paziente affetto da una  depressione lieve. Nella depressione sono coinvolti anche i campi emozionali. Il campo emozionale depressione è una lesione della capacità di un individuo nell’ occuparsi bastevolmente di sé. La depressione come campo è determinata dall’incapacità e dalla rassegnazione del paziente che culmina in una melanconia profonda con abbandono delle cure e attenzioni rivolte in precedenza a se stesso. Talvolta questo campo emozionale è scatenato da un evento risentito come” minaccia al proprio nido” e in tal caso si descrive come depressione reattiva. Il lutto, la perdita, il fallimento, la separazione, la perdita di ruolo sociale o il pensionamento possono essere risentiti come una disgregazione del “nido” in senso figurato, in tal modo scatenando la reazione depressiva.  Leggi tutto.

Gonfiore e fitoterapia

Gonfiore e fitoterapia

La fitoterapia può essere d’ausilio alla risoluzione del problema del gonfiore  addominale soprattutto dal punto di vista sintomatico. Il meteorismo è un disturbo gastrointestinale associato appunto a un’eccessiva produzione e accumulo di gas intestinale con conseguente gonfiore. La quantità dei gas è regolata dalla loro produzione durante la digestione intestinale e dalla loro evacuazione. L’eccessiva produzione di aria addominale  è influenzata dalla durata del transito del cibo, dalla qualità del cibo, dalla quantità del cibo, dai tempi di masticazione, dalla tendenza a ingoiare aria e dall’ansia. Si è notato che, per una stessa quantità di aria, certe persone si sentono gonfie e altre no, quindi vi è un fattore di tolleranza molto soggettivo al sintomo del gonfiore addominale. La presenza di gas intestinali e di relativo gonfiore, può però essere il primo sintomo di malattie anche gravi del digerente, pertanto è consigliabile sempre una visita medica idonea a escludere questa seppur rara evenienza, che però è molto significativa per il paziente in questione.  Leggi tutto.

Colite in Fitoterapia

Colite in Fitoterapia

I rimedi di fitoterapia per il trattamento della colite sono un valido ausilio terapeutico, soprattutto per i limitati effetti collaterali. La colite denominata anche colon irritabile è una malattia digestiva, spesso cronica, caratterizzata dall’infiammazione del colon. I sintomi più comuni sono: dolore addominale, gonfiore addominale, variazione di frequenza dell’alvo, variazione di consistenza delle feci, tenesmo, presenza di muco e infine spasmi. Altri sintomi associati possono essere: l’alitosi, il bruciore in bocca o in gola, il sapore sgradevole di amaro con difficoltà a deglutire, la nausea anche con vomito, il senso di sazietà precoce, alcuni sintomi dispeptici come il mal di stomaco, i borborigmi intestinali, e infine i dolori all’ano e al perineo. La diagnosi di colite richiede la radiografia del colon, ricerca nelle feci di sangue e pus, sigmoideoscopia e colonscopia. Alcuni altri test includono colture delle feci e analisi del sangue, anche chimiche. Esistono, infatti, anche altre patologie in grado di simulare il colon irritabile che richiedono però altre terapie come le neoplasie, la diverticolosi, il morbo celiaco, morbo di Crohn, la colite ulcerosa o la calcolosi biliare.  Leggi tutto.

Melissa in Fitoterapia

Melissa in fitoterapia

La Melissa è una pianta erbacea perenne nota anche come Cedronella o Erba Limoncina, (o lemon balm in inglese) appartenente alla famiglia delle Labiate (Lamiaceae), può raggiungere i 90 cm di altezza. La Melissa ha il fusto angolare a sezione quadrata, le foglie sono venate, rugose, opposte, picciolate, di colore verde chiaroda piacevole odore di limone. I fiori della Melissa sono raccolti in glomeruli o spighette posti alle sommità della pianta e sono di colore dal bianco al crema con screziature rosate. Il frutto è un achenio contenente un piccolo seme scuro. La Melissa è originaria delle regioni del Mediterraneo orientale e dell’Asia minore, dove cresce spontanea intorno ai boschi e lungo le siepi. Bisogna distinguere le varietà della Melissa: quella officinalis ha foglie pelose, un odore meno gradevole ed è quella che maggiormente si apprezza in fitoterapia.

In fitoterapia si impiegano le foglie e sommità fiorite, iscritta nella Farmacopea Ufficiale Italiana.  Leggi tutto.