Cellulite e Fitoterapia

Cellulite e Fitoterapia

I rimedi di fitoterapia per il trattamento della cellulite sono un valido ausilio terapeutico, soprattutto per i limitati effetti collaterali. La cellulite o più correttamente denominata pannicolopatia edematofibrotica  è una alterazione di valore prettamente estetico nel tessuto sottocutaneo.  Tale alterazione è caratterizzata da  una ipertrofia delle cellule adipose e dall’accumulo  di acqua nello spazio extracellulare.  Il sistema venoso e linfatico è rallentato determinando una ritenzione  e ristagno di liquidi da parte dei tessuti. Le cause  della cellulite si distinguono in  primarie e secondarie.  Le cause primarie sono indipendenti dalla condotta nella vita come le cause genetiche l’appartenenza a un gruppo etnico,  l’appartenenza al sesso femminile, il clima ambientale, la familiarità. Le cause secondarie sono invece in parte dovute  alle abitudini e  allo stile di vita.  Aggravano o causano la cellulite: la cattiva alimentazione, ripetere le diete, la sedentarietà, l’abuso di farmaci, lo stress, alcune malattie croniche sopratutto quelle con implicazioni ormonali, la postura e l’abbigliamento.  Leggi tutto.

Reflusso e fitoterapia

Reflusso e fitoterapia

La fitoterapia risulta utile nella cura del reflusso esofageo, per tamponare l’eccesso di acidità e l’eccessiva produzione di acido cloridrico. I rimedi di fitoterapia sono dei validi ausili sintomatici e curativi. Il reflusso gastroesofageo è una malattia causata dalla fuoriuscita nell’esofago del contenuto acido dello stomaco. Il reflusso può determinare nell’esofago lesioni infiammatorie  di diversa intensità e gravità.  L’acido cloridrico che viene a contatto in questo modo con la mucosa dell’esofago provoca l’esofagite. Col tempo l’infiammazione può evolvere in danni al tessuto dell’esofago, sotto forma di erosioni, piccole ulcere o degenerazioni. Tenendo presente che il tempo di svuotamento gastrico il reflusso è tale se si manifesta oltre il tempo dovuto.  Le cause del reflusso possono essere le malattie delle stomaco, del cardia, la valvola che separa stomaco da esofago e l’eccessiva produzione di acido. Anche in seguito all’assunzione di sostanze stimolanti o farmaci si può osservare  il reflusso gastroesofageo.  Leggi tutto.

Montata lattea e fitoterapia

Montata lattea e fitoterapia

La montata lattea può essere stimolata o favorita dalla fitoterapia in modo fisiologico sfruttando rimedi della medicina naturale priva di effetti collaterali indesiderati. L’allattamento materno quando possibile è preferibile ad altre forme di nutrizione, perché in grado di trasmettere insieme il massimo di sostegno fisico ed emozionale al neonato.  L’allattamento è il processo con il quale una madre nutre il figlio durante il primo periodo di vita. La montata lattea ovvero la produzione e l’emissione di latte dalla mammella  sono la premessa per tale processo. La montata lattea è  la risultante della suzione sul capezzolo e di particolari stimoli ormonali operanti nell’organismo della madre. L’allattamento materno risulta il modo ottimale per nutrire e accudire un figlio ed è una delle caratteristiche fondamentali di tutti i mammiferi. Il latte materno viene prodotto grazie all’azione di numerosi ormoni che circolano nel corpo della donna durante la gestazione, con un loro particolare aumento in relazione al parto e alla nascita del bambino.  Leggi tutto.

Allattamento e fitoterapia

Allattamento e fitoterapia

L’ allattamento può essere stimolato o favorito dalla fitoterapia in modo fisiologico sfruttando rimedi della medicina naturale priva di effetti collaterali indesiderati.  L’ allattamento materno quando possibile è preferibile ad altre forme di nutrizione, perché in grado di trasmettere insieme il massimo di sostegno fisico ed emozionale al neonato. L’allattamento materno risulta il modo ottimale per nutrire e accudire un figlio ed è una delle caratteristiche fondamentali di tutti i mammiferi. L’ allattamento ovvero la produzione e l’emissione di latte dalla mammella  sono la premessa per tale processo. L’efficienza dell’ allattamento dipende della suzione sul capezzolo e da particolari stimoli ormonali operanti nell’organismo della madre. Il latte materno viene prodotto grazie all’azione di numerosi ormoni che circolano nel corpo della donna durante la gestazione, con un loro particolare aumento in relazione al parto e alla nascita del bambino. Molti  sono gli ormoni che influiscono sull’ allattamento, di cui i due principali sono la prolattina e l’ossitocina.  Leggi tutto.

Fuoco di Sant’ Antonio e fitoterapia

Fuoco di Sant’  Antonio e fitoterapia

La fitoterapia coadiuva il trattamento del fuoco di Sant’ Antonio tramite rimedi antidolorifici modulatori della risposta infiammatoria e immunitaria. Il fuoco di Sant’ Antonio è così denominato nel linguaggio popolare per indicare l’herpes zoster che è una malattia della cute e delle terminazioni nervose, causata dallo stesso virus che nei bambini determina la varicella ovvero il varicella-zoster virus. L’adulto che da bambino ha avuto la varicella può ammalare nuovamente di un’altra malattia causata dallo stesso virus. Una volta guarita la varicella infatti, il virus permane nel tessuto nervoso. In questa posizione può restare inattivo per molto tempo, ma in casi di debolezza sistemica, malattie concomitanti, esposizione eccessiva ai raggi solari, immunodepressione causata da altro, può riattivarsi e diffondersi lungo il nervo danneggiando la guaina mielinica che lo riveste. La manifestazione iniziale è un’eruzione con bolle sul tratto cutaneo innervato dal nervo afflitto. Il fuoco di Sant’ Antonio  oltre a provocare danni cutanei e al sistema nervoso produce dolori molto forti.  Leggi tutto.

Aria alla pancia e fitoterapia

Aria alla pancia e fitoterapia

La fitoterapia è utile nel trattamento dell’ aria alla pancia con rimedi sintomatici,  modulanti il processo digestivo o decontratturanti della muscolatura liscia, tutti privi di effetti collaterali indesiderati. L’ aria alla pancia o gonfiore è un disturbo gastrointestinale associato a un’eccessiva produzione e accumulo di gas nel tratto digestivo. La quantità dei gas è regolata dalla produzione durante la digestione intestinale e dalla loro evacuazione. L’ aria alla pancia  è influenzata dalla durata del transito, dalla qualità del cibo, dalla quantità del cibo, dai tempi di masticazione, dalla tendenza a ingoiare aria e dall’ansia.

In relazione all’ aria alla pancia si è notato che, per una stessa quantità di aria, certe persone si sentono gonfie e altre no, quindi vi è un fattore di tolleranza molto soggettivo a tale sintomo. L’ aria alla pancia può però anche essere il primo sintomo di malattie anche gravi del digerente, pertanto è consigliabile sempre una visita medica idonea a escludere questa seppur rara evenienza, che però è molto significativa per il singolo paziente.   Leggi tutto.