Coxartrosi e fitoterapia

Coxartrosi e fitoterapia

Nella cura della coxartrosi i rimedi di fitoterapia sono un valido ausilio terapeutico, soprattutto per i limitati effetti collaterali. La coxartrosi o artrosi dell’anca è una degenerazione dell’anca che coinvolge prima la cartilagine dell’anca e successivamente le parti ossee dell’articolazione. L’usura della cartilagine e progressivamente dell’articolazione compromette la normale deambulazione e comporta dolore. Si distinguono due forme di coxartrosi: una primaria e una conseguenza di altri eventi clinici come la displasia dell’anca, i traumi o alla necrosi asettica della testa del femore. Lo strato di cartilagine che riveste il contatto tra le parti ossee dell’anca si assottiglia progressivamente fino a evidenziare disfunzione. L’osso non più protetto dall’elasticità meccanica della cartilagine si deforma e produce osteofiti, escrescenze a forma di becco che limitano il movimento. La retrazione dei muscoli coinvolti nel processo infiammatorio cronico determina una caratteristica postura dell’individuo affetto da coxartrosi. Il sintomo più caratteristico della coxartrosi è il dolore, causato da infiammazione.  Leggi tutto.

Stipsi e fitoterapia

Stipsi e fitoterapia

La fitoterapia è utile nel trattamento della stipsi  con diversi rimedi che usati adeguatamente sono privi di effetti collaterali indesiderati. La fitoterapia nella  stipsi  è però da associare a nutrizione e idratazione. Una dieta corretta dovrebbe essere il primo passo nel trattamento della stipsi. La stipsi è un disturbo vago e aspecifico frequente. Questa condizione segnala la perdita di un corretto rapporto tra le masse corporali con retroazioni ormonali tali da costituire un segnale biologico rilevante anche se non specifico. Ovviamente la valenza della stipsi come MUS Medically Unexplained Symptoms è tale quando si tratta di una condizione ripetuta nel tempo, talvolta tale da costringere il paziente all’uso e o abuso di lassativi. Questi purtroppo donano al paziente un sollievo transitorio e illusorio. Le cause connesse a nutrizione errata nella stipsi  sono molteplici e producono spesso nel paziente una coazione a ripeterle nonostante l’insorgenza della sintomatologia. Il paziente affetto da stipsi prima  di assumere rimedi di omeopatia per il trattamento del suo disturbo dovrebbe sempre correggere la propria alimentazione.   Leggi tutto.

Alitosi e fitoterapia

Alitosi e fitoterapia

Nella cura dell’ alitosi i rimedi di fitoterapia sono un valido ausilio terapeutico, soprattutto per i limitati effetti collaterali. L’alitosi è un odore decisamente fastidioso procede dall’appartato respiratorio, masticatorio o digestivo del paziente. L’alito consiste nell’aria espirata e si compone di alcuni gas, vapore acqueo e alcune scorie microscopiche. In situazioni normali di buona salute, esso risulta inodore. Malattie nel percorso attraversato dall’aria possono alterare la sua composizione fino a renderla spiacevole per chi è fisicamente vicino al paziente. Nonostante che l’alitosi non sia dolorosa, tende a essere vissuta con notevole disagio per l’interferenza rilevante con la socializzazione e con i rapporti. Le cause dell’alitosi sono molte devono essere indagate. Già dall’odore dell’alito si possono diagnosticare alcune di queste.

L’alitosi un fenomeno che si può debellare quando s’individuano con precisione le sue cause. Alcune di queste sono facilmente correggibili altre possono essere impegnative. Per superare i disturbi annessi alla maleodorazione dell’alito, il paziente dovrà dunque rivolgersi sia al medico, sia all’odontoiatra per accertare quale delle numerose possibilità causa il suo disturbo.  Leggi tutto.

Stomatite aftosa e fitoterapia

Stomatite aftosa e fitoterapia

Nella cura della stomatite aftosa i rimedi di fitoterapia sono un valido ausilio terapeutico, soprattutto per i limitati effetti collaterali. La stomatite è costituita da lesioni dolorose all’interno della cavità orale causate da una rottura della mucosa. La afte singola che ne deriva assume il termine di stomatite aftosa quando la ferita è multipla o cronica. La stomatite aftosa spesso inizia con una sensazione di bruciore o pizzicore in bocca e dopo qualche giorno, generalmente si sviluppa un’area rossa o una bolla, che precede un’ulcera.  La singola afte appare come una lesione della mucosa di forma ovale e colore bianco-giallastro, circondata da un anello rosso e infiammato e causa un dolore molto forte. La parte chiara all’interno dell’ afte è un deposito di fibrina, necessaria per la coagulazione del sangue. Un rigonfiamento dei linfonodi sotto la mandibola accompagna la stomatite.

Talvolta le afte della stomatite possono essere confuse, secondo la localizzazione, con una malattia infiammatoria stagionale della gola.  Leggi tutto.

Cervicalgia e fitoterapia

Cervicalgia e fitoterapia

Nella cura della cervicalgia i rimedi di fitoterapia sono un valido ausilio terapeutico, soprattutto per i limitati effetti collaterali. La cervicalgia è  dovuta generalmente ad artrosi ovvero una malattia cronica delle cartilagini articolari, che interessa successivamente l’osso, la sinovia e  la capsula. Gli anziani e prevalentemente quelli di sesso femminile sono particolarmente esposti, ma  i dolori alle cervicale coinvolgono oggi fasce sempre più giovani della popolazione.  L’artrosi cervicale  può essere  causata  da fattori costituzionali e ambientali  o da fattori scatenanti quali traumi.  La cervicalgia   come esito di artrosi alle articolazioni  della colonna cervicale si evidenzia come caratteristiche alterazioni cartilaginee, con assottigliamento, fissurazione, formazione di osteofiti marginali e zone di osteosclerosi subcondrale nelle aree di carico.  Le forme più impegnative di cervicalgia secondaria a artrosi  evidenziano una lesione dei dischi intervertebrali denominata discopatia.
I sintomi  caratteristici compaiono tardivamente rispetto all’inizio della malattia e sono: limitazione funzionale, cervicalgia, dolore all’inizio del movimento,  dolore la mattina, nausea, vomito, scotomi scintillanti, scotomi scuri, dolore alla spalla e al braccio, parestesie, insicuro uso della mano, ripercussioni cognitive su memoria e concentrazione.  Leggi tutto.

Sovrappeso e fitoterapia

Sovrappeso e fitoterapia

Per il trattamento del sovrappeso  i rimedi di fitoterapia sono un valido ausilio terapeutico, soprattutto per i limitati effetti collaterali.Il trattamento del sovrappeso richiede come prima tappa una diagnostica accurata per inquadrare l’eventuale presenza di una malattia che lo determina. Una patologia metabolico endocrina necessita di un trattamento medico specifico oltre la dieta. Quando il sovrappeso fosse il risultato di una condotta alimentare non equilibrata, la nutrizione clinica diviene una metodica consigliabile insieme con la quale può, in certi casi essere determinante l’agopuntura. La nutrizione clinica si distingue dalle diete in parte diffuse dai mass media e troppo spesso improvvisate dai pazienti. Una dieta per  il sovrappeso non indicata da un medico è spesso causa di disturbi piuttosto che strumento di salute. L’abbattimento di peso per il paziente con sovrappeso deve avvenire prevalentemente dalla massa grassa e non dalla massa magra espressa dal paziente. La massa magra è infatti preziosa e costituisce la vita stessa anche per  chi è in  sovrappeso.  Leggi tutto.